Come coltivare le piante d’ulivo

Una delle piante più amate dall’uomo è l’ulivo. Grazie a questa si ha la possibilità di gustare ogni giorno delle pietanze uniche grazie all’uso del prezioso liquido dorato, l’olio. Per far sì che questo arrivi ogni anno sulla nostra tavola, è necessario che la pianta sia curata nel modo giusto. Vediamo insieme in che modo.

 

La pianta dell’olivo

L’olivo è una pianta che preferisce ambienti molto aridi e che quindi non ama l’umidità. Per far in modo che questa produca molto, è necessario che gli sia data la giusta quantità d’acqua durante la stagione vegetativa, ossia la primavera, e durante l’estate. La soluzione ideale sarebbe quella di utilizzare un sistema di micro irrigazione che permette alla pianta di ricevere la giusta quantità di acqua. Nel momento in cui gli olivi vengono coltivati all’interno della terra e non all’interno di vasi, la presenza di piogge potrebbe bastare per far in modo che la pianta si sviluppi nel modo giusto, è necessario innaffiarla solo nei periodi di forte siccità. Le piante di ulivo coltivate all’interno dei vasi invece, devono essere innaffiate almeno 2-3 volte alla settimana nel periodo estivo, mentre, in primavera e in autunno, basterà innaffiarle solo una volta al mese. Nel periodo invernale ogni irrigazione deve essere sospesa.

 

Potatura dell’olivo

Potare un olivo non è difficile, ma richiede un po’ di tecnica ed esperienza. Per imparare a potare bene oltre alla pratica, vale la pena seguire i consigli di potatura degli agronomi esperti di Orto Da Coltivare.⁣

Per la potatura dell’olivo è importante seguire le giuste tecniche di potatura e di coltivazione. La pianta deve essere coltivata all’interni di un terreno asciutto e calcareo. Ma si possono ottenere degli ottimi risultati anche su terreni argillosi e all’interno di vasi delle giuste dimensioni. In tutti e due i casi la pianta ha bisogno di molto sole per potersi sviluppare e di stare lontana dal gelo invernale. Per questo, durante il periodo più freddo dell’anno è necessario proteggere le radici utilizzando una pacciamatura di paglia, fogliame e agri tessuto.

Per la potatura degli ulivi che crescono nel terreno è necessario potarla ad anni alterni, ossia nel momento in cui si pensa che la pianta non dia frutti. Il periodo dell’anno in cui si deve fare la potatura è l’inverno, anche contemporaneamente alla raccolta di frutti. Per quanto riguarda le piante in vaso, invece, durante i primi anni di vita le potature saranno fatte principalmente per questioni di spazio e di estetica, mentre gli anni successivi dovranno essere fatti degli interventi di mantenimento.

 

Come e quando concimare un ulivo

La concimazione è necessaria per avere il corretto sviluppo della pianta. Gli elementi che devono essere utilizzati e che favoriscono la crescita sono fosforo, azoto, magnesio, potassio, boro e calcio. È molto importante non farne un uso eccessivo in quanto potrebbe essere molto dannoso per la pianta. Sia per le piante che crescono nel terreno che quelle in vaso, è necessaria la concimazione solo una volta l’anno, ossia all’inizio della primavera.

Altri tipi di interventi possono essere valutati a seconda delle necessità di ogni pianta, soprattutto nel caso in cui queste hanno subito qualche tipo di stress.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.