La potatura dell’ulivo: una pratica indispensabile

La potatura dell’ulivo: una pratica indispensabile

La potatura dell’ulivo è un intervento utile per mantenere in perfetto stato la chioma  inoltre la potatura di ogni fruttifero, anche quella dell’ulivo, serve ad aumentare la produzione della pianta. Quindi sia che l’ulivo venga coltivato in pieno campo oppure che  si trovi all’interno di uno spazio più esiguo la potatura dell’olivo è indispensabile per il mantenimento e la formazione della pianta. Per quanto riguarda la potatura dell’ulivo darò in questo post dei criteri di massima ma non  consigli dettagliati perché ogni zona olivicola ha sviluppato un proprio sistema  di  potatura che tiene conto sia delle caratteristiche del luogo sia delle cultivar che vi prosperano. Per quanto riguarda le regole generali della potatura dell’ulivo  una delle prime cose da sapere è che puoi avere due risposte differenti dalla pianta. Può essere che l’ulivo, sottoposto a potatura per il ringiovanimento della chioma, continui ad avere una vegetazione vigorosa. In questo caso i tagli di ritorno, dove si elimina il ramo apicale più alto per sostituirlo con quello sottostante, devono essere fatti lasciando i rami che hanno inserzione cilindrica. Se invece l’abbondante produzione della pianta tende a ridurre il suo sviluppo vegetativo il taglio di ritorno verrà eseguito lasciando solo i rami con inserzione conica che tendenzialmente portano a un maggior sviluppo vegetativo.   Perché eseguire la potatura dell’ulivo? La potatura dell’ulivo si esegue per: -regolare l’accrescimento e la distribuzione dei rami a frutto – favorire un elevato rapporto fra superficie fogliare e legno – fare in modo che la chioma sia ben esposta alla luce e all’aria anche nelle sue parti interne -limitare il fenomeno dell’alternanza produttiva che significa un anno di abbondante produzione seguito da un anno di produzione molto scarsa.   Potatura di allevamento e di mantenimento della pianta di ulivo Nella fasi di accrescimento della pianta si esegue una potatura detta di allevamento. Questa è una potatura che deve essere contenuta. Quindi nei primi due  tre anni di vita della pianta limitati ad eliminare i rami secchi e rotti e a tagliare i polloni  e i succhioni. I primi, i polloni, si sviluppano ai piedi della pianta, mentre i secondi, i succhioni, crescono sul tronco e sulle branche principali sotto forma di rami lunghi e dritti. Se i polloni levano linfa ed energia alla giovane pianta i succhioni possono turbare l’equilibrio della chioma e vanno per questo motivo eliminati. Quando poi la pianta diventa adulta si passa alla potatura dell’ulivo detta di mantenimento che sarà di media intensità. I motivi per i quali...

Categoria vuota!

Categoria vuota!

Sono spiacente ma questa categoria non contiene ancora articoli. Lasciami il tempo di scriverli e ti prometto che saranno subito pubblicati! 😉 Riccarda