Come coltivare le fragole in 10 semplici mosse

Coltivare le fragole non è difficile però occorre tenere d’occhio due importanti fattori che condizionano questo tipo di coltivazione: la temperatura e la luce.

Sono tanti quelli che mi chiedono come coltivare le fragole perché questo frutto, fra i piccoli frutti il più popolare, piace un po’ a tutti grandi e piccini.

Inoltre ricco com’è di vitamine, prima fra tutte la vitamina C, di minerali, fra i quali  il calcio, il ferro e soprattutto il potassio, fa tanto bene anche per la nostra salute.

La fragola è ricca di antiossidanti, benefiche sostanze fra le più importanti, che rallentano l’invecchiamento e rafforzano le difese immunitarie, è diuretica e disintossicante.

Ricca di acqua com’è contribuisce a depurare l’organismo in un periodo come quello primaverile nel quale il corpo richiede di essere liberato dalle tossine accumulate durante la sedentaria vita invernale.

Infine pur essendo un frutto dolce è indicato anche per chi fa dieta: cosa si può pretendere di più da un frutto?

Ecco perché non dovresti farti mancare la fragola non solo in primavera ma per tutta la bella stagione.

Per quanto riguarda il coltivare le fragole ricorda che queste piantine erbacee vivono bene anche in piccoli spazi, sotto le altre piante e persino in vaso.

Se hai un balcone puoi tranquillamente coltivare le fragole con successo e raccogliere i loro dolci frutti polposi.

Vediamo adesso come puoi coltivare le fragole in modo sicuro e semplice senza dubbi ed errori.

Non per nulla ho intitolato questo mio articolo:

Coltivare le fragole in 10 semplici mosse

Prima mossa

Occhio alla temperatura

Per la crescita e un’abbondante fruttificazione è importante fare attenzione alla temperatura.

Tieni presente che la fragola si sviluppa al meglio quando la temperatura si mantiene fra i 20 e i 25° C.

Se cala bruscamente quando le piante sono in fiore, può succedere quando avviene una gelata primaverile tardiva, la fioritura è danneggiata e quindi la conseguente fruttificazione è compromessa.

Anche se la primavera è molto piovosa e umida le piante di fragola possono risentirne diventando preda di muffe e marciumi.

Ecco perché le coltivazioni intensive di fragole primaverili spesso vengono istallate sotto tunnel che le proteggono da questi eventi climatici avversi.

Se hai una coltivazione di fragole amatoriale puoi coprire le tue piante in previsione di gelate o se vi sono piogge intense.

Fai attenzione a scoprire le tue piante passato il pericolo per far prendere aria alle tue piantine e anche, se sono in fiore, perché possano impollinarle gli insetti impollinatori primi fra tutti le api.

Seconda mossa

Fai attenzione alla luminosità

Le piante di fragola per produrre abbondanti e gustosi frutti hanno bisogno di una intensa luminosità meglio se sono collocate al sole.

In presenza di una luminosità ottimale le loro foglie prendono un bel colore verde intenso, i frutti si colorano uniformemente di un colore rosso vivo e diventano profumati e saporiti.

Tuttavia non ci deve essere il sole cocente che brucia le tenere foglie e fa seccare i frutti.

Terza mossa

Occhio al terreno

Il terreno ottimale per coltivare le fragole è un suolo fertile, ben areato e leggermente acido.

Attenzione ai terreni eccessivamente pesanti e impermeabili, quindi soggetti a ristagni idrici, che fanno marcire le delicate e sottili radici di questa pianta.

Per favorire lo sgrondo dell’acqua e tutelare le delicate piantine si possono creare delle prode, ovvero delle montagnole rialzate, e alla loro sommità collocare le piantine.

Quarta mossa

Attenzione a quando pianti le piantine di fragola

Quando è il momento di piantare fai molta attenzione che il colletto della piantina sia a livello del terreno.

Se è troppo in profondità le gemme che sono racchiuse all’interno del cespo potrebbero marcire, se invece lo situi troppo in alto rispetto al terreno la pianta può subire danni dalle avversità atmosferiche come gelo o siccità.

Quinta mossa

Occhio alle erbe infestanti

Le erbe infestanti costituiscono uno dei maggiori pericoli per il fragoleto.

Soffocano le piantine impedendo una crescita corretta e sottraendo loro acqua e nutrienti.

Inoltre alcune erbe infestanti sono pericolosi veicoli di malattie molto dannose per le fragole.

Per esempio spesso le erbe infestanti ospitano colonie di afidi che fanno presto a volare sulle fragole o a essere trasportati dalle formiche sulla coltivazione.

Quindi per allontanare simili indesiderati vegetali occorre munirsi di zappa e zappettare tutto attorno alle piantine, facendo attenzione a non danneggiare le delicate e superficiali radici delle fragole, oppure strapparle a mano.

Per evitare un inconveniente così pericoloso, quando la coltivazione di fragole è estesa si usa coprire il terreno con del materiale pacciamante.

Sesta mossa

Attenzione al dopo trapianto

Dopo che hai piantato le piantine di fragola fai attenzione a curarle adeguatamente.

Sino a quando non hanno ben attecchito sono delicate quindi non fargli mancare l’acqua e proteggile dal caldo eccessivo.

Settima mossa

Occhio all’acqua

Il fragoleto abbisogna di una giusta e abbondante quantità di acqua specie nei periodi caldi.

Le piantine di fragola, che sono erbacee, soffrono particolarmente la mancanza di acqua che fa accartocciare le foglie e danneggia soprattutto i teneri e sugosi frutti che si disidratano e cadono.

Per coltivare le fragole in modo ottimale nei periodi caldi non dimenticare di irrigare abbondantemente e regolarmente il fragoleto.

Ottava mossa

Non dimenticare la concimazione

Coltivare le fragole, affinchè diano una produzione ottima e abbondante, significa concimarle adeguatamente.

La fragola, specie le varietà rifiorenti, è avida di concime.

Quindi non dimenticare di concimare abbondantemente il terreno con del buon concime organico ben decomposto circa un mese prima  di piantare le piantine.

Poi durante tutto il periodo vegetativo dai un concime liquido e ben bilanciato disciolto nell’acqua delle innaffiature.

Accertati che non manchi di azoto, potassio e fosforo.

Nona mossa

Non dimenticare la pulizia del fragoleto

All’inizio della bella stagione, prima della ripresa vegetativa, ricordati di pulire con cura il fragoleto.

Togli le foglie morte, leva gli stoloni che indeboliscono le piante madri, pulisci con cura il terreno attorno al fragoleto e distruggi le parti che hai scartato.

Questo per impedire alle forme svernanti di parassiti che si rifugiano nelle parti secche delle piante e nei residui che si trovano sul terreno attorno a loro possano attaccare la nuova vegetazione.

Decima mossa

Attenzione alla raccolta dei frutti

I frutti della fragola sono raccolti leggermente indietro di maturazione nelle coltivazioni intensive ma è meglio, se hai una coltivazione amatoriale, raccogliere fragole al giusto grado di maturazione che sono più profumate e gustose.

Fai attenzione perché questi frutti sono morbidi e delicati quindi occorre metterli in cestini che ne contengano pochi  e consumarli subito in giornata.

Oppure li si può tenere in frigo per qualche giorno però le fragole fresche non durano a lungo e perdono rapidamente il loro profumo e le loro qualità.

Conclusioni

Con quest’ultima avvertenza termino queste semplici raccomandazioni che puoi seguire con facilità e che ti permetteranno di avere un fragoleto che anno dopo anno allieterà la tua tavola con rosse, profumate e saporite fragole.

Le fragole raccolte nell’orto, in giardino o sul balcone e portate direttamente in tavola hanno una freschezza, un profumo e un gusto che non è possibile reperire in altro modo.

Ecco perché insisto sul coltivare le fragole che danno rossi e dolci frutti ricchi di virtù.

Se possiedi solo un terrazzino non privarti di alcune piantine di fragola che faranno una bella figura anche in un vaso sospeso.

Potrai così raccogliere i loro polposi frutti senza neppure chinarti.

Check Also

mirtillo rosso

Il mirtillo rosso : fra i piccoli frutti il mirtillo meno noto

Il mirtillo rosso è fra i piccoli frutti il mirtillo più schivo e poco conosciuto almeno  qui in Italia  …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *