Olive la raccolta: i vari metodi per eseguirla

Olive la raccolta: i vari metodi per eseguirla

olive raccolta a mano (brucatura)Olive la raccolta ottimale di questa drupa, il frutto dell’ulivo, si basa sulla valutazione del colore della buccia e della polpa.

Non è facile stabilire quando è il momento delle   olive raccolta occorre esperienza  per capire  quando la  maturazione delle olive  è ottimale e questo varia a seconda della zona e della varietà di ulivo che è stata impiantata.

In genere olive la raccolta si attua quando la buccia delle olive ha raggiunto tutta la sua pigmentazione tipica senza interessare la polpa.

Un altro indice empirico per stabilire il momento ottimale della raccolta, che è possibile osservare con un po’ di attenzione, è legato all’inizio della cascola delle drupe.

In questo particolare momento le olive si staccano con facilità dall’ulivo, il loro contenuto in olio è elevato e dotato di pregevoli caratteristiche organolettiche.

Se la raccolta delle olive viene eseguita tardivamente si ha una perdita di parte del prodotto a causa della cascola di una parte dei frutti che cadendo sul terreno si  sporcano e si deteriorano con facilità.

Una raccolta eseguita nel giusto momento permette di ottenere un olio qualitativamente più apprezzabile, più adatto alla conservazione e inoltre si ritiene che diminuisca il fenomeno dell’alternanza vale a dire un anno di carica cioè di piena produzione e un altro anno di scarica con pochissimi frutti.

Purtroppo l’ulivo è soggetto a questo fenomeno.

 

Olive la raccolta: il giusto momento

Il periodo ottimale per  raccogliere le olive è rappresentato dal momento in cui si ha la massima quantità e qualità dell’olio nelle olive stesse  .

Il periodo della raccolta varia a seconda della latitudine e delle varie cultivar.

Nell’Italia settentrionale si esegue da settembre a novembre, nell’Italia centrale va da fine ottobre a dicembre e in annate particolarmente favorevoli si prolunga sino a  gennaio, nell’Italia meridionale si arriva sino a febbraio marzo.

Olive la raccolta può essere eseguita a mano (brucatura), con l’ausilio di pettini, oppure con la bacchiatura o ancora con l’ausilio di particolari macchine che “scrollano” l’ulivo e ne fanno cadere il frutto.

 

Olive la raccolta: vari metodi

raccolta olive con pettine meccanicoOlive la raccolta è il lavoro più impegnativo di tutta la coltivazione dell’ulivo.

Sia per quanto riguarda la raccolta  a mano che per quanto attiene alla raccolta tramite pettini occorrono non meno di 140 ore di lavoro per ettaro, circa un’ora per pianta.

Se  si considera le ore complessive impiegate per la coltivazione di un oliveto, la raccolta delle olive incide per circa il 40% pari all’80% di tutta la manodopera impiegata per la totalità delle operazioni colturali dell’oliveto.

Questa operazione è particolarmente delicata e se è   eseguita non in giusta maniera può incidere in modo negativo sia sulla qualità che sulla quantità dell’olio.

E’ ancora peggio se le olive sono vendute per il consumo fresco perché non essendovi lavorazione ulteriore devono essere consegnate in ottimo stato.

Il primo metodo di olive la raccolta che voglio prendere in esame è la brucatura a mano.

Con questo sistema le olive vengono raccolte dall’albero con le mani.

Questo è il metodo più lento e costoso ma è anche quello migliore perché permette di ottenere la migliore qualità dei frutti e inoltre non si rovinano le piante.

Questo sistema è l’unico possibile se le olive vengono consumate fresche perché non devono presentare ammaccature o lesioni che le deprezzerebbero.

Inoltre devono presentarsi pulite e integre e non sporche di terra o peggio con principio di muffe.

La raccolta delle olive da tavola si effettua nel periodo che va da fine settembre a inizio ottobre.

Si può aspettare per raccogliere le olive che queste caschino spontaneamente dalla pianta.

Dopo essere cadute a terra si raccolgono in appositi teli sistemati sotto l’ulivo così avviene olive la  raccolta.

Tuttavia questo metodo presenta numerosi inconvenienti perché i frutti che cadono spontaneamente sono troppo maturi, con facilità si sporcano di terra e a contatto col terreno, specie se il clima è umido, è facile che siano preda di muffe o di insetti.

Certo questo metodo presenta il vantaggio di un contenuto costo della raccolta ma l’olio che si ottiene è di scarsa qualità.

Un altro sistema per la raccolta delle olive è la bacchiatura.

Consiste nel battere i rami delle piante con delle lunghe pertiche e fare così in modo di far cadere le olive.

Questo metodo presenta numerosi inconvenienti pur essendo più veloce della brucatura a mano.

Infatti battendo i rami in questo modo è facile spezzarli o lesionarli specialmente i ramoscelli giovani che porteranno la fruttificazione dell’anno successivo e inoltre si ammaccano le olive.

Un altro metodo per le olive raccolta è la pettinatura delle piante.

Consiste nel passare fra i rami un grosso  pettine di legno che stacca le olive le quali vengono raccolte in un telo che viene posizionato sotto l’ulivo oppure si radunano  in una fitta rete che viene messa sotto ciascuna pianta e che assomiglia ad un ombrello capovolto.

Purtroppo con questo metodo si procurano danni ai rami e ammaccature alle olive.

Recentemente si è diffusa la pettinatura meccanica che permette buone rese e riduce i tempi di lavoro.

Dopo  la pettinatura occorre  eseguire la mondatura cioè la separazione delle olive sane da quelle guaste e dal fogliame.

olive scrollaturaL’ultimo metodo delle olive raccolta che voglio prendere il esame è quello della scrollatura.

Viene effettuato tramite un braccio meccanico istallato su un trattore di media potenza che scrolla sia l’albero che i suoi rami.

Le olive si raccolgono in un telo steso sotto l’ulivo e risultano sane e non ammaccate.

Se l’operazione  di scrollatura viene correttamente eseguita e nel gusto periodo di maturazione le percentuali di distacco delle olive dall’albero raggiungono dall’80 al 90% del totale percentuali più che soddisfacenti.

Inoltre la raccolta si svolge rapidamente non vi è bisogno di tanta manodopera e viene salvaguardata la qualità dell’olio.

Tuttavia la raccolta meccanica tramite scrollatura non è molto diffusa a motivo dell’elevato costo iniziale della macchina.

Inoltre spesso gli oliveti sono su piccole superfici con piante vetuste a più fusti quindi non è conveniente eseguire questa olive raccolta.

Questo tipo di raccolta per essere redditizia abbisogna di piante che siano a un solo fusto disposte regolarmente sul terreno e adeguatamente distanziate per permettere il passaggio e le operazioni della macchina.

Inoltre occorre fare attenzione anche alla cultivar che deve avere una oliva medio grande e a maturazione non troppo scalare.

 

Conclusioni

raccolta olive a mano in oliveto tradizionaleOlive la raccolta è l’operazione più delicata dell’intera coltivazione di un uliveto.

Per i primi anni se non si è pratici conviene farsi seguire da una persona esperta della zona che conosca bene il clima e soprattutto la varietà.

Infatti se si vuole produrre olio extravergine di oliva per mantenere alta la qualità occorre rispettare severe norme comportamentali.

Tieni presente che sia il metodo di raccolta, sia il grado di maturazione delle olive, sia il loro stato sanitario (frutto sano non colpito da muffe o dalla mosca olearia) determinano la qualità finale del prodotto cioè dell’olio.

Una delle fasi più difficili è scegliere il giusto momento per iniziare  la  raccolta delle olive che solo un occhio esperto giunge a stabilire.

Questa accortezza è tanto più importante se le olive raccolte sono per il consumo fresco.

Le olive verdi da tavola si raccolgono con la brucatura o con la scrollatura prima che le drupe raggiungano la maturazione.

Al contrario le varietà di olive da tavola nere devono essere raccolte solo quando giungono a completa maturazione.

Gestire  la raccolta delle olive di un uliveto presuppone esperienza e pratica.

Tuttavia nessuno nasce imparato e dopo i primi anni di pratica anche i neofiti appassionati dell’arte millenaria di produrre olio  si saranno fatti abbastanza esperti per riuscire bene in una operazione come   olive la raccolta non facile.

Se vuoi leggere un altro post sempre sulla coltivazione dell’olivo che  parla della potatura un’altra operazione che non è facile ma che è indispensabile se vuoi avere un’abbonante fruttificazione

clicca qui sotto questo link

La potatura dell’ulivo: una pratica indispensabile

A questo punto, sperando che questo post ti sia stato utile per chiarire questo argomento così delicato e complesso ti invio

Un dolce e affettuoso saluto da

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO!